Abbattimento del jet russo: si vuole evitare l’accordo contro l’ISIS

Siria: Prodi, obiettivo di una Grande Turchia e’ molto sentito (AGI) – Roma, 24 nov. – “C’e’ stato tempo per decidere questa cosa, sembra che sia stata voluta. Ci sono cose che sembrano piu’ incidentali di questa. La parola agguato non e’ necessaria, ma e’ sembrato che abbiano approfittato dell’occasione. Ed e’ una cosa che […]

Cosa andiamo a bombardare? Occorre un forte accordo con la Russia

Prodi: Cosa andiamo a bombardare? C’è della gente nelle città, non solo terroristi Intervista di Giovanni Minoli a Romano Prodi su Mix24 del 23 novembre 2015 In Siria bombardare anche noi o no se si fa la coalizione? “Guardi la Germania, voglio dire: che cosa andiamo a bombardare?”. Così risponde l’ex presidente del Consiglio Romano […]

Nessuno sarà al sicuro finché le grandi potenze non agiranno unite contro il terrorismo

Prodi: “Francia colpita perché unica a prendere iniziative” L’ex Premier commenta gli attacchi terroristici a Parigi: “La Francia è stata colpita perché è stata l’unica ad aver preso iniziative, ma non c’è mai stata una chiara politica militare europea”. E sull’Italia: “Non siamo al riparo”. Intervista di Fabio Fazio a Romano Prodi a Che tempo […]

Un accordo fra le grandi potenze per colpire con fermezza i paesi che sostengono l’ ISIS

Prodi: «L’intesa Usa-Russia è l’unica via d’uscita» Intervista di Riccardo Barlaam a Romano Prodi su Il Sole 24 Ore del 15 novembre 2015 Per Romano Prodi il tredici novembre è stato «l’11 settembre dell’ Europa. Ma sarebbe un grave errore se si reagisse alla tragedia di  Parigi come si è reagito dopo l’11 settembre. Il terrorismo […]

Obama, Putin, Xi Jinping e Juncker si incontrino subito a Parigi per decidere insieme come proteggerci

La Francia paga la sua azione di frontiera Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 15 novembre 2015 Di fronte a quanto è successo a Parigi dobbiamo prima di tutto unirci nel dolore delle famiglie colpite e dobbiamo esprimere la nostra vicinanza, la nostra solidarietà e il nostro affetto a tutto il popolo francese. […]

Senza innovazione il grande rischio è la stagnazione

Romano Prodi parla di stagnazione all’ANDAF Articolo su Assodigitale del 19 ottobre 2015 “Non si può concepire un’economia moderna senza innovazione”. Romano Prodi così esordisce a Milano al Convegno IAFEI (International Association of Financial Executives Institutes) rappresentata in Italia da ANDAF (Associazione Nazionale Direttori Amministrativi e Finanziari). Sono 15.000 i CFO che fanno parte della […]

Un cambio radicale della politica europea per gestire l’emergenza immigrati

Ma la svolta non basta, l’emergenza è l’Africa Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 6 settembre 2015 Per anni l’ondata di migrazioni verso l’Europa è stata ritenuta un problema dei singoli paesi. Anzi, nonostante il crescente numero dei migranti e dei morti nel Mediterraneo, un problema sostanzialmente italiano. La solidarietà poteva al massimo […]

Il fallimento morale (ed economico) di Cameron sui migranti

Cameron’s moral failure over refugees ‘will cost him Europe negotiation’ Former president of European commission Romano Prodi says hopes of successful talks with Brussels will be damaged Daniel Boffey Interviews Romano Prodi on The Guardian of September 5th 2015 Britain’s failure to live up to its “moral obligation” to accept a fair quota of refugees […]

Verso una nuova distribuzione della popolazione mondiale

L’emergenza natalità – Come aiutare quei Paesi che non fanno più bambini Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 23 agosto 2015 Il prof. Antonio Golini ha magistralmente riassunto su queste colonne i contenuti delle previsioni demografiche del più recente rapporto delle Nazioni Unite sulla popolazione, con tutte le possibili implicazioni a livello planetario. […]

Italia e Europa ammalate dello stesso male: senza una strategia comune non hanno futuro

Prodi: «L’Europa muore d’inedia» Inytervista di Arturo Celletti e Eugenio Fatigante a Romano Prodi su Avvenire del 20 agosto 2015 Sfidiamo Romano Prodi con una domanda netta. Quattro sole parole. Come trova l’Europa? La risposta è cruda, come è cruda e amara l’analisi che ne segue: «La trovo in uno stato terribile». Una pausa leggera. […]