L’Europa si svegli: Internet deve diventare diritto dell’umanità

“Il web deve diventare un diritto dell’uomo. E l’Europa su questo deve svegliarsi” “Le sfilacciature della rete digitale impediscono ancora oggi a tre miliardi di persone di comunicare con il resto del mondo, di sapere che succede nel proprio paese e di aver accesso a conoscenza e informazione”. Intervista di Gloria Riva a Romano Prodi […]

Ecco come correggere la rotta per evitare la stangata

Obbligati a crescere: le correzioni possibili per evitare la stangata Ue Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 16 giugno 2019 Non è sorprendente che tutti i responsabili delle maggiori imprese italiane, chiamati a consulto dal Messaggero per suggerire i passi da compiere così da essere finalmente “obbligati a crescere“, abbiano indicato come priorità […]

Energie alternative è paralisi globale: ecco le vere ragioni

Energie alternative è paralisi globale: ecco le vere ragioni Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 11 giugno 2019 Il cammino verso l’accordo di Parigi è stato quindi lungo e tortuoso. Già il protocollo di Kyoto, voluto su iniziativa della Commissione Europea e approvato nel marzo del 2005, ma entrato in vigore solo dopo […]

Sovranisti, non c’è futuro litigando con tutti nel mondo globale

Il senso del voto – L’Italia eviti l’isolamento per cambiare l’Europa Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 19 maggio 2019 Stiamo arrivando al termine di una strana campagna elettorale. Una campagna che riguarda le elezioni europee ma nella quale la politica nazionale ha, fino ad ora, giocato un ruolo assolutamente prevalente. I dibattiti […]

Quanto costa all’Europa la guerra commerciale USA-Cina

Quanto costerà alla Ue la sfida commerciale tra Usa e Cina Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 12 maggio 2019 I negoziati commerciali fra Cina e Stati Uniti sono finiti senza un accordo. Gli Stati Uniti applicheranno quindi una tariffa del 25% su 200 miliardi di importazioni dalla Cina, mentre il Presidente Trump […]

I sindacati ritrovino l’unità per difendere i lavoratori dalla globalizzazione indiscriminata

“La nostra Europa, la cultura, il lavoro” Lectio Magistralis di Romano Prodi in occasione dell’iniziativa “La cultura del lavoro“ oraganizzata da CGIL, CISL e UIL a Matera il 07/05/2019 “È un momento delicatissimo per l’Europa, perché i governi nazionali hanno rinunciato da tempo a una redistribuzione della ricchezza, e nella politica mondiale nessuno parla più […]

Superiamo le paure, l’unità dell’Europa è il nostro futuro

«Superiamo le paure, l’unità è il nostro futuro» Articolo di Romano Prodi su Città Nuova del 29 aprile 2019 L’appello dell’ex presidente della Commissione: a maggio dobbiamo decidere a quale Europa consegnare il futuro dei nostri figli (prima parte dell’articolo) C’è un episodio, risalente al momento dell’allargamento, che in questi giorni così prossimi alle elezioni […]

L’Italia sfrutti la sua posizione strategica nel commercio fra Est e Europa

Italia firma memorandum Italia-Cina, l’analisi di Romano Prodi Intervista di Luca Colantoni e Elena Cavallone a Romano Prodi su Euronews del 15 marzo 2019 Anche l’Italia dice sì all’intesa commerciale con la Cina sulla Via della Seta. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, parlando davanti a palazzo Chigi dopo il vertice sul […]

Il decentramento alle Regioni non si trasformi in autarchia

L’equità che manca – Gli squilibri di una riforma che divide in due il Paese Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 3 marzo 2019 Rinvio o non rinvio del provvedimento sul regionalismo differenziato? Questo è il dilemma che produce l’ennesima tensione al governo. Eppure, tra le tante decisioni rimandate o sospese che rovinano […]

Per fare ripartire l’Italia serve un piano industriale, non dichiarazioni fantasiose

L’Italia che rallenta: serve un piano industriale per tallonare Berlino-Parigi Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 21 febbraio 2019 I dati sulla produzione industriale italiana di gennaio sono peggiori rispetto ad ogni aspettativa: la diminuzione è del 3,5% rispetto al mese precedente e del 7,3% rispetto al gennaio del 2018. Poiché i numeri […]