Tornare all’Ulivo? Ho dedicato metà della mia vita ad unire i riformismi, ma non rientro in politica

 

Ue: Prodi, Usa più rapidi ora dottrina crescita impossibile

(ANSA) – Milano, 26 novembre – “Il disegno che un anno fa pensavo possibile, di avere una dottrina economica rivolta alla crescita, non ha piu’ possibilita’”. Cosi’ Romano Prodi, ex premier ed ex presidente della Commissione europea, ha parlato delle politiche economiche dell’Ue, durante una lectio magistralis sulle diseguaglianze all’Universita’ Bicocca di Milano.

Il “risultato” delle politiche economiche di questi anni in Europa, secondo Prodi, “e’ che siamo imprigionati in una politica di paralisi mentre tutto il mondo va avanti”. Prodi ha infatti osservato che gli Usa, da cui la crisi e’ partita, hanno avuto una ripresa sorprendente. “Ma gli Usa – ha detto parlando di quanto accaduto dopo l’avvio della crisi – hanno versato subito 800 miliardi di dollari nel sistema, e la Cina quasi 600 miliardi di dollari, e subito c’e’ stato un salto in avanti dell’economia. Qui in Europa l’uscita dalla crisi e’ piu’ difficile, perche’ nessuna decisione e’ stata presa“.

Ecco perche’, a giudizio dell’ex premier, invertire la rotta dall’austerity alla crescita dopo molti anni sara’ arduo. Serve anzitutto, ha sostenuto Prodi parlando agli studenti milanesi “una responsabilizzazione della Germania, che deve unire alla leadership la responsabilita”’, un “cammino molto lungo”.

(ANSA)

Prodi si tira fuori dalla corsa al Colle: “Non sono in questo impiccio”

Il Professore, interpellato sulla corsa al Colle, si tira fuori dal totonomi: “L’ho già detto chiaramente. L’impiccio a cui lei allude non è nel mio futuro”

(Affari Italiani) – Mercoledì, 26 novembre 2014 – “Ho combattuto per l’Ulivo tanti anni perche’ pensavo fosse la creazione di un sistema bipolare che unisse diversi riformismi: ci ho dato meta’ della mia vita vuole che non lo pensi?”. Cosi’ Romano Prodi ha risposto a chi gli chiedeva di commentare la proposta, avanzata da alcuni, tra cui Rosy Bindi, di un ritorno all’esperienza dell’Ulivo. “Ma non entro nella politica attuale”, ha subito aggiunto l’ex premier, conversando coi giornalisti al termine di una Lectio magistralis all’Universita’ Bicocca.

PD. Mi chiedono se sono affezionato all’Ulivo? Dico Sì

(DIRE) Bologna, 26 novembre 201 – “Mi hanno chiesto se ero affezionato all’Ulivo e io ho risposto di “. Cosi’ l’ex presidente del Pd, Romano Prodi, interpellato nel giorno in cui in un’intervista al “Corriere della sera” Rosy Bindi ha rilanciato il progetto dell’Ulivo.

(Vor/ Dire)

Prodi contro populisti: ”Facile picchiare su immigrati e dire fuori dall’euro”

(Repubblica.it) – 26 novembre 2014 –  L’ex presidente della Commissione Europea Romano Prodi parla agli studenti dell’Università Bicocca di Milano. Il professore ha ricordato i grandi risultati, in termini di stato sociale, ottenuti dall’Europa.

Crisi: Prodi, tutti dobbiamo ristrutturarci… ”Coop soffrono un po’ meno, ma comunque molto”

(ANSA) – Bologna, 26 novembre – “Tutti dobbiamo ristrutturarci… e’ una domanda che si potrebbe fare per tutti. Dalle opere pie agli istituti ecclesiastici alle scuole, alle cooperative. Tutti

dobbiamo ristrutturarci”. Cosi’ l’ex presidente del Consiglio, Romano Prodi, arrivando al congresso regionale di Legacoop in corso a Bologna, a chi gli chiedeva se il sistema cooperativo avesse bisogno di una ristrutturazione.

Prima, Prodi, aveva detto che “le cooperative, specie in questa regione, sono ben importanti. Soffrono anch’esse della crisi, molto. Un po’ meno del resto del sistema, ma soffrono ugualmente molto e mi auguro che arrivi presto una ripresa, perche’ – ha concluso – soprattutto quelle edili, soprattutto quelle legate a certi tipi di consumo hanno veramente una situazione difficile”.

(ANSA)

Prodi: ”Sparizione delle segretarie la più grande rivoluzione del lavoro”

(Repubblica.it) 26 novembre 2014 – La tecnologia e la rivoluzione informatica che stiamo vivendo distrugge più posti di lavoro di quanto ne riesca a costruire. Ne è convinto l’ex presidente della Commissione Europea Romano Prodi, che ha parlato questa mattina all’università Bicocca di Milano. ”Dal punto di vista quantitativo la più grande rivoluzione del lavoro, in Italia, è stata la sparizione delle segretarie” ha aggiunto.

Prodi: ”Per il Papa l’Europa è nonna? Noi la costruimmo come mamma”

(Repubblica.it) 26 novembre 2014 – All’università Bicocca di Milano per una Lectio Magistralis l’ex presidente del Consiglio e della Commissione Europea Romano Prodi parla dell’Europa e degli equilibri mondiali. E se ieri il Papa ha definito l’Europa come una “nonna priva di vitalità”, Prodi dice che nei sogni di chi l’ha creata il continente unito doveva essere come una mamma. ”L’Europa è una necessità imprescindibile per l’Italia” spiega ancora il professore.

Crisi: Prodi, pareggio bilancio Carta? Sono diventato matto. ”Vuol dire non sapere cos’e’ un bilancio o cos’e’ Costituzione”

(ANSA) – Bologna, 26 novembre – “Quando ho visto votare di mettere il pareggio di bilancio in Costituzione, sono diventato matto. E’ proprio non capire che cos’e’ un bilancio o non capire che cos’e’ una costituzione”. L’ha detto l’ex premier, Romano Prodi, durante il suo discorso alla platea del Congresso regionale di Legacoop Emilia-Romagna in corso a Bologna. (ANSA). YC8-NES 26-NOV-14 18:05

Print Friendly
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
novembre 26, 2014
Notizie