Senza una strategia comune lo sviluppo del Mezzogiorno tardera’ ancora a lungo

PRODI. O una strategia comune tra Italia e Sud o il Mezzogiorno tarderà ancora

01 Ottobre 2015 12:03 – “Sono rattristato, ho trovato un Mezzogiorno colpito dalla crisi economica ancor piu’, molto piu’ del resto del paese. Il Sud e’ stato ferito. La politica regionale ha messo a disposizione parecchi fondi che, tuttavia,  sono stati in larga parte inutilizzati. O si stabilisce una strategia comune tra l’Italia e il Sud o lo sviluppo del Mezzogiorno tardera’ ancora a lungo“.

Lo ha detto Romano Prodi in Calabria, a Locri, per commemorare il vicepresidente del consiglio regionale Francesco Fortugno, ucciso il 16 ottobre del 2005 e tenere una lectio magistralis sul tema “Europa e Mediterraneo nella confusione totale”.

PRODI. Europa disgregata e pure cattiva

01 Ottobre 2015 12:55 – “Oggi sto notando non solo un’Europa disgregata ma pure cattiva“. Lo ha detto Romano Prodi a Locri. “I muri verso l’esterno – ha aggiunto – sono gia’ di per se’ una tragedia ma addirittura ora abbiamo un muro tra due Paesi comunitari.

Allora mi chiedo che comunita’ e’ questa? Togliere forza all’Europa per riporla ad alcuni singoli Stati non e’ stata una decisione giusta. Finche’ rimarremo divisi sara’ inutile lamentarsi se la Germania continuera’ ad imporre la propria politica“.

Locri – Lectio Magistralis di Romano Prodi in occasione del 10° anniversario dalla morte di Francesco Fortugno

riprese e montaggio a cura di Enzo Lacopo

PRODI. Un’Europa divisa conta poco nel mondo

01 Ottobre 2015 12:57 – “Con le sue divisioni l’Europa conta davvero poco o per meglio dire nulla nel panorama mondiale”. Lo ha detto Romano Prodi, a Locri, nel corso della lectio magistralis sul tema “Europa e Mediterraneo nella confusione totale”.

“Non potendo quindi contare – ha aggiunto – su una politica unitaria, l’Europa non e’ pronta ad accogliere la crescita economica e demografica della Cina, la numero uno sul piano mondiale, e quella dell’India, che tra circa dieci anni superera’ come abitanti anche la Cina”.

PRODI. Chi legge i rapporti delle forze dell’ordine non può che allontanarsi dal Porto di Gioia Tauro

01 Ottobre 2015 13:18 – “Quando si leggono i rapporti fatti dalle forze dell’ordine si capisce perche’ gli investitori stranieri si sono allontanati dal Porto di Gioia Tauro“. Lo ha detto Romano Prodi nel corso del suo intervento a Locri.

“Dal porto di Gioia Tauro – aggiunge – gli investitori stranieri si sono allontanati per il ‘controllo sociale’ che si e’ instaurato dentro e fuori la struttura marittima”.

PRODI. Oggi ci troviamo un Mezzogiorno abbandonato e più isolato

01 Ottobre 2015 13:26 – “Quello che, ahime’, sto notando e’ che qui ci troviamo un Mezzogiorno abbandonato“. Lo ha detto Romano Prodi a Locri a margine della lectio magistralis sul tema “Europa e Mediterraneo nella confusione totale”.   “Sono molto rattristato per quanto si sta verificando.

La crisi economica – ha aggiunto – ha colpito in maniera frontale il sud piu’ del nord. Ora come ora vedo un Mezzogiorno ancora piu’ isolato. Per cercare di uscire fuori da questa situazione bisognera’ cominciare ad instaurare un legame piu’ stretto tra le regioni del sud. Insomma una elaborazione comune e un utilizzo migliore dei fondi europei”.

Print Friendly
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
ottobre 1, 2015
Notizie