No a un intervento militare: sostenere Sarraj e aiutare i libici a ricostruire il loro Paese

Tripoli in bilico – Il pericolo di una Libia spaccata Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 17 aprile 2016 Dopo oltre cinque anni di una guerra di tutti contro tutti, una guerra che ha devastato il paese, si apre per la Libia una speranza di pace. Una speranza tenue, che potrebbe essere cancellata […]

Libia: non ripetiamo gli stessi errori di Francia, Gran Bretagna e USA

I rischi della missione – All’Italia serve prudenza, ignori la fretta degli alleati Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 6 marzo 2016 Dopo giorni di dichiarazioni contraddittorie e dopo i non chiari e luttuosi episodi che hanno coinvolto i nostri quattro tecnici rapiti, il dibattito sulla posizione italiana riguardo alla Libia è ripreso […]

Libia: perchè l’Italia deve assumersi la responsabilità del disastro fatto da altri?

Prodi: no a missione in Libia, il disastro l’hanno fatto Francia e Inghilterra Non è l’Italia che si deve assumere la responsabilità Genova , 4 mar. (askanews) – “La guerra in Libia l’hanno iniziata i francesi con gli inglesi. La guerra è stata un disastro, ha sfasciato il Paese e noi dovremmo assumerci la responsabilità […]

L’attentato in Burkina Faso e’ atto ordinario. C’e’ il rischio che si saldino due terrorismi

ANSA-INTERVISTA/Burkina Faso: Prodi, purtroppo e’ atto ordinario C’e’ il rischio che si saldino due terrorismi, Sahel e’ insicuro Intervista di Leonardo Nesti a Romano Prodi per ANSA del 16 gennaio 2016 BOLOGNA, 16 GEN – Quello che e’ successo in Burkina Faso e’ purtroppo un atto di ordinario terrorismo, non e’ inaspettato e temo che […]

La pace in Libia, non con i muscoli ma con la forza della politica

Libia e dintorni – Ma l’accordo con le tribù garantirebbe più sicurezza Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 12 dicembre 2015 Finalmente, dopo quasi quattro anni di tragedie, si svolge a Roma un’ importante ed urgente conferenza sulla Libia. Importante perché vi partecipano tutti i paesi interessati a trovare una via d’uscita da […]

In Africa, povertà e bassi livelli di sanità e istruzione causati dalla cattiva governance

Africa: cattiva governance e diseguaglianze sociali tra gli ostacoli allo sviluppo, i risultati di un convegno a Roma Roma, 25 nov – (Agenzia Nova) – Importante crescita economica ma anche forti diseguaglianze sociali, cattiva governance e scarso sviluppo di alcuni settori vitali per l’economia dell’Africa. E’ un quadro piuttosto fosco quello dipinto oggi nel corso […]

Una profonda riforma dell’ONU ed un esercito comune per farne rispettare le decisioni

A real reform of the United Nations and a military permanent force to implement its decisions Il congresso di Vienna fu il primo incontro mondiale di grandi potenze con l’intento di mettere ordine dopo la rivoluzione francese e Napoleone. Secondo Henry Kissinger anticipò “Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite” ed assicurò pace e stabilità. […]

A real reform of the United Nations and a military permanent force to implement its decisions

Una profonda riforma dell’ONU ed un esercito comune per farne rispettare le decisioni The Congress of Vienna was the first major powers‘s global meeting aimed to bring order after the French Revolution and Napoleon. According to Henry Kissinger, it anticipated “The Security Council of the United Nations” and ensured peace and stability. It set the […]

La Germania non ha rispettato le regole che ha imposto. Riequilibrare la politica industriale europea

La Germania non rispetta le regole che impone Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 25 settembre 2015 Il caso Volkswagen ci obbliga a riflettere. Non sono infatti sorpreso più di tanto nei confronti di gravi irregolarità commesse da un’azienda, anche se da un’azienda leader nel mercato mondiale. Questo perché conosco bene che la […]

Non bastano i droni, solo l’esercito siriano può schierarsi contro l’ISIS

Siria, Prodi: “Serve accordo Occidente-Russia o terrorismo diventa dominante” Intervista di Marcdo Burini a Romano Prodi su TG2000 del 16 settembre 2015 “Occorre un accordo con la Russia e per la sostituzione successiva di Assad, altrimenti lo Stato terrorista prende sempre più piede e diventa dominante”. Lo ha detto l’ex premier, Romano Prodi, in un’intervista […]