Al G20 processata non l’economia italiana ma l’incapacità del nostro governo

Dopo il vertice del G20 Il governo e la fiducia già persa in Europa Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 6 novembre 2011 Il G 20 di Cannes era partito con un obiettivo ed è finito con un altro. Per mesi la roboante regia francese ci aveva annunciato che questo sarebbe stato il […]

A global agreement is indispensable to surmount the crisis and to devise an harmonious development of the world economy

“Financial Security: China and the World” Invited speech of  President Romano Prodi at the “Financial Security: China and the World” international symposium. Beijing 20-21 May 2011 Introduction Highly Distinguished Guests, Ladies and Gentlemen, Never before has the financial sector played such an important role in the world economy as in the last few years. Financial […]

BRICS: un altro passo avanti verso un mondo pluralistico e multipolare

Chi fa l’arbitro nel mondo che cambia Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 17 aprile 2011 BRIC è una sigla nuova, costruita per indicare Brasile, Russia, India e Cina. Una sigla nata nel 2001 semplicemente per elencare  le quattro nuove potenze economiche e politiche emergenti. La sigla non si riferisce perciò a un […]

Il G20 di Parigi: “Chi si contenta gode”

Meglio succhiare un osso di un bastone Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 22 febbraio 2011 “Chi si accontenta gode”: il richiamo a questo vecchio proverbio italiano è stato il pensiero che mi è venuto alla mente dopo avere meditato sul soddisfatto commento del ministro Tremonti dopo la riunione del G20 di Parigi. […]

Alcune riflessioni sulle evoluzioni del capitalismo dopo la crisi

Lettera di Romano Prodi alla rivista Il Mulino, dicembre 2010. Caro Direttore, mi hai gentilmente chiesto di scrivere alcune riflessioni sulle evoluzioni del capitalismo dopo la crisi e soprattutto di fare il punto su dove è finito il vecchio e appassionante dibattito della sfida fra il capitalismo anglosassone e quello germanico. Ti confesso che una […]

Italia sulla via della decadenza. C’è il dovere di dire come stanno le cose

Prodi: «Italia sulla via della decadenza. C’è il dovere di dire come stanno le cose» Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 14 ottobre 2010 ROMA (14 novembre) – Per decidere cosa fare bisogna prima di tutto sapere “come stanno le cose”. Quest’affermazione è scontata, ma sono costretto a ripeterla perché oggi non mi […]

G20 must deliver a road map for a new asset of the international financial and monetary system

Former Italian PM says new development agenda needed for G-20 Interview by Marzia De Giuli to Romano Prodi on Xinhua 2010-11-11 23:33:31 MILAN, Italy, Nov. 11 (Xinhua) — A new agenda for development issues worldwide is badly needed for the G-20, says former Italian Prime Minister Romano Prodi. Prodi said in an interview with Xinhua […]

Prodi: senza investimenti stranieri resteremo dei poveracci

CRISI: PRODI, SENZA INVESTIMENTI STRANIERI RESTEREMO DEI POVERACCI (ASCA) – Milano, 10 nov – ‘Finche’ non saremo in grado di attirare investimenti stranieri in Italia, saremo sempre dei poveracci perche’ resteremo fuori dai giochi’. Questa la diagnosi dell’ex premier, Romano Prodi, sullo ‘stato di salute’ dell’economia italiana. Per Prodi, intervenuto questa mattina a Milano a […]

Se ognuno dei cuochi bada alla sua pentola

Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 27 Giugno 2010 La lenta agonia del G8 prosegue il suo corso, anche se nessuno è ancora in grado di verificarne la morte cerebrale. Perché la sua fine non facesse troppo rumore è stato per ora affiancato al G20, che progressivamente ne prenderà il posto senza pianti […]

La strategia di Prodi sulla Cina “Non chiediamo di rivalutare. E nel commercio la situazione è migliore di quanto si pensava”

Articolo di Marco Del Corona su Il Corriere della Sera del 16 marzo 2010 La strategia di Prodi sulla Cina “Non chiediamo di rivalutare” “E nel commercio la situazione è migliore di quanto si pensava” Pechino – Quando l’America chiede a Pechino di apprezzare il renminbi, a Pechino non ride nessuno. Ma ieri un sorriso […]