In un mondo pieno di crepe l’Ulivo può tornare a essere un elemento di coesione

Prodi: “I progressisti devono rispondere al malessere della classe media” L’ex premier: “Brexit vince nei sobborghi, Trump nel Midwest, il populismo sfrutta le diseguaglianze. L’Europa mostri energia come quando ha imposto a Apple il pagamento della maxi-multa” Intervista di Fabio Martini a Romano Prodi su La Stampa del 23 gennaio 2017 È domenica pomeriggio e […]

Tina Anselmi una vera riformista, ma l’Europa ha smarrito la sua visione di solidarietà e welfare

L’omaggio di Prodi “Una vera riformista la sinistra ha smarrito la sua idea di welfare” “lei e Merkel, due visioni così distanti” Intervista di Stefano Cappellini a Romano Prodi su La Repubblica del 2 novembre 2016 ROMA. Quando Romano Prodi fu nominato in corsa ministro dell’ Industria nel quarto governo Andreotti, al posto di Carlo […]

Per logorare un leader bastano due anni: cambiare la politica e non i politici

Prodi, messaggio al governo: “Due anni bastano per logorarsi, necessario cambiare politiche” L’ex premier e il terremoto elettorale: “I populisti crescono perché c’è troppa ingiustizia. L’ascensore sociale è bloccato e dentro si soffoca” Intervista di Michele Smargiassi a Romano Prodi su La Repubblica del 22 giugno 2016 BOLOGNA.”Cambiare politiche, non solo politici. Se non cambiano […]

L’Europa riparte solo se riscopre la solidarietà

Prodi: «Combattere le disuguaglianze per sfuggire alla stagnazione» Intervista di Nicola Pini a Romano Prodi su Avvenire del 25 febbraio 2016 Riflettere sul bisogno di costruire una società più giusta. Un obiettivo al cui raggiungimento può (e deve) contribuire pure il mondo delle imprese, soprattutto quando le istituzioni democratiche mostrano una certa fatica a fornire […]

Come la Cina riuscirà a mantenere il proprio ”normale” tasso di sviluppo

La Cina e i consumi. Le due ragioni che frenano la crescita di Pechino Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 18 ottobre 2015 Di solito quando ci si avvicina ad un oggetto lo si vede con maggiore chiarezza. L’economia cinese fa eccezione a questa regola: più mi addentro nel paese, più cerco di […]

La sfida di Xi per cambiare l’economia e la società cinese

Speciale sull’economia cinese Claudio Landi e Francesco Radicioni intervistano Romano Prodi e Paolo Guerrieri per RadioRadicale.it del 13 ottobre 2015 In questo spazio di programmazione vogliamo tornare ad occuparci dell’ economia della Repubblica Popolare Cinese. Infatti, è stata un’ estate caratterizzata da forti perdite sulle piazze e di Shanghai e di Shenzhen, da continui sussulti […]

Non togliere le tasse sulla casa ma diminuire il cuneo fiscale per riavviare il Paese

Tasse e crescita – Riforma fiscale, la ricerca dell’equilibrio Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 30 agosto 2015 Nei primi decenni del dopoguerra, ogni volta in cui si trattava di problemi fiscali,  si mettevano in atto complessi approfondimenti e si accendevano lunghi dibattiti tra chi preferiva avere imposte più basse e minori servizi […]

L’Europa resta assente e ora i pupulisti disfano anche l’unità nazionale

Prodi: «Migranti, il populismo ha già vinto. L’unità del Paese ora è a rischio» Intervista di Alessandro Barbano a Romano Prodi su Il Mattino del 9 giugno 2015 «Attenti, quei no all’accoglienza non sono solo un atto di disobbedienza delle parti più ricche d’Italia, e neanche una declinazione regionale della politica dell’immigrazione. Sono un attacco […]

Allo Stato la responsabilità di incentivare Welfare, Internet e economia verde

La coesione sociale non può essere costruita dall’alto o dal basso Per Romano Prodi lo Stato ha la responsabilità di incentivare settori innovativi, Internet, le cure anticancro, l’economia verde. Dialogo con il premio nobel Eric Maskin Articolo su La Gazzetta di Reggio del 5 giugno 2015 REGGIO EMILIA. Si è tenuta a Reggio Emilia, presso […]

Meno tasse = meno Welfare. Ridurre gli sprechi per migliorare i servizi ai cittadini

Ripartire dal welfare per favorire lo sviluppo Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 14 dicembre 2014 Si ripete ormai in modo ossessivo che la lunga stanchezza dell’economia dei paesi europei, tra i quali l’Italia, sia l’inevitabile conseguenza delle eccessive spese sociali. Il messaggio che ci viene inviato ogni giorno è che l’Europa non […]