Il Governo è completamente fuori linea rispetto al Paese. Non avere il senso della legalità ci isola dal mondo

GOVERNO: PRODI, COMPLETAMENTE FUORI LINEA RISPETTO PAESE

‘LO DICE REFERENDUM. NECESSARIO,MA NON SUFFICIENTE PER CAMBIARE’

(ANSA) – BOLOGNA, 19 GIU – Il Governo e’ ”completamente fuori linea rispetto al paese”. E questa ”e’ una condizione necessaria, ma non sufficiente per il cambiamento”. Sono le conseguenze che per Romano Prodi bisogna trarre dal referendum. L’ex presidente del Consiglio ne ha parlato nel videomessaggio inviato a Bologna all’incontro del gruppo ‘Insieme per il Pd’, all’Arena del Sole, dal titolo ‘Voltiamo pagina, insieme‘.

Per Prodi, ”prima le elezioni comunali, ma ancor piu’ il referendum, hanno cominciato a far capire che c’e’ un’aspirazione popolare che e’ completamente diversa dalla politica del Governo”.

”Intendiamoci – ha precisato subito dopo – il referendum mica ha detto ‘evviva il Pd’. Ha semplicemente detto – ha spiegato il Professore – che questo Governo non batte i tasti che sono i tasti della nostra musica. E’ completamente fuori linea rispetto al paese. E’ una condizione necessaria, ma non sufficiente per il cambiamento”. (ANSA).

PRODI, NON AVERE SENSO LEGALITA’ ISOLA ITALIA DAL MONDO

(ANSA) – BOLOGNA, 19 GIU – ”Non avere il senso della legalita’ ci isola dal mondo”. E’ questo uno dei maggiori problemi che ha l’Italia, secondo l’ex premier Romano Prodi, che lo ha messo in evidenza nel videomessaggio inviato all’incontro di Bologna del gruppo ‘Insieme per il Pd‘, all’Arena del Sole. Un problema, per Prodi, ”storico, ma che si e’ accentuato recentemente”.

”E quando un pezzo di paese – ha proseguito – e’ isolato dal mondo, la diffidenza arriva e lo comprende tutto. Non e’ che l’investitore americano o cinese abbia letto il rapporto del Censis che dice che l’Italia e’ fatta a macchie di leopardo”, con parti dove la legalita’ e’ rispettata e altre no, ha spiegato.

Per il Professore, invece, ”si da’ il senso che sia un paese in cui la maesta’ della legge non impera. Quindi la legge non e’ sovrana”. Questo, ha auspicato Prodi, ”va rovesciato: non solo per i problemi di giustizia, ma per la necessita’ che questo rovesciamento prepara il nostro futuro”.  (ANSA).

PRODI AI GIOVANI, ITALIA SFIANCATA DALL’INSEGUIMENTO

‘EUROPA SENZA LEADER NON TROVA IL SUO SPAZIO NEL MONDO’

(ANSA) – BOLOGNA, 19 GIU – ‘Questo paese e’ sempre all’inseguimento, non riusciamo mai a salire sul treno in modo stabile. Siamo sempre li’ a inseguire’. Romano Prodi ha definito cosi’ la condizione dell’Italia, nel videomessaggio inviato all’incontro di Bologna del gruppo ‘Insieme per il Pd’. Rivolgendosi in particolare alle giovani generazioni, l’ex presidente della commissione europea ha chiesto, di conseguenza, di ‘lavorare e correre perche’ l’Italia abbia un posto nella locomotiva di questo treno: a forza di inseguire, ci siamo sfiancati’. Per questo motivo, ha proseguito ‘abbiamo bisogno di un paese che traini gli altri, che si metta insieme all’avanguardia del mondo e che non si sfianchi’.

Prima l’ex numero uno della commissione europea aveva sottolineato il ‘momento assolutamente decisivo’ per l’Europa, che ‘deve trovare uno spazio nel mondo e non l’ha ancora trovato. La tenaglia con Cina da un lato e Stati Uniti dall’altro sembra prevalere, quantomeno nell’immaginazione di tutti e l’Europa sta li’ a guardare, senza leader’. In particolare, non c’e’ ‘nessuno che si assume il rischio anche di una certa impopolarita’ di fronte ai propri elettori oggi, per preparare un domani migliore. I grandi leader non guardano solo alle elezioni dell’oggi, ma a preparare il futuro’. Leader di questo tipo, ha notato infine Prodi, ‘in questo momento in Europa non ce n’e”. (ANSA).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi!