Risolvere l’emergenza umanitaria in Mali e rilanciarne lo sviluppo con un Fondo di solidarietà internazionale

MALI: PRODI,SENZA RISORSE PER SVILUPPO FUTURO PROBLEMA RESTA
OCCORRE SOSTITUIRE ATTIVITA’ CRIMINALI CON ECONOMIA SANA

(ANSA) – ROMA, 29 GEN – ‘Se non creiamo risorse per lo sviluppo futuro non risolveremo mai il problema’ del Mali. Nel Nord del Paese ‘la quasi unica fonte di reddito sta ormai diventando la criminalita’. Dunque, o sostituiamo a questa, in tutto il Sahel, un’economia sana oppure non riusciremo mai ad uscire dalla situazione in cui siamo oggi’. E’ quanto ha sottolineato l’inviato Speciale dell’Onu per il Sahel Romano Prodi nel corso di un’intervista andata oggi in onda su Oltreradio.

Il mio compito e’ di cercare di costruire un Fondo di solidarieta’ per i problemi umanitari, ma in particolare per lo sviluppo futuro’, ha quindi spiegato Prodi ricordando come le mansioni avute dal segretario generale dell’Onu siano legate al favorire il ‘dialogo, sia per peacekeeping sia per governance‘. Da qui una funzione concentrata sulla ‘raccolta fondi e sulla preparazione, insieme alle universita’, ai centri studi, dei progetti di sviluppo per il futuro’. E proprio in vista della creazione di un Fondo di solidarieta’, l’ex premier italiano si e’ recato in diversi Paesi del mondo, tra i quali la Cina.

Con Pechino ‘si e’ cominciato a discutere e c’e’ un atteggiamento positivo‘ ma anche ‘delle differenze abbastanza forti, perche’ c’e’ una tradizionale diffidenza cinese di fare un fondo comune con gli altri Paesi e affidarne la gestione all’Onu’, ha infine sottolineato Prodi.(ANSA).

Y66-GA 29-GEN-13 16:33

L’intervista a Oltreradio può esere ascoltata in stream cliccando qui.

Print Friendly
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
gennaio 29, 2013
Interviste