Aumentare il sostegno politico e finanziario per superare la crisi umanitaria e ridare stabilità al Mali

SAHEL: ONU; PRODI, IN REGIONE CRISI COMPLESSA
NON SI PUO’ RISOLVERE SENZA RIPRISTINARE STABILITA’ IN MALI

(ANSA) – NEW YORK, 10 DIC – ‘La regione del Sahel sta affrontando una crisi complessa e con molte facce diverse’: lo ha detto l’ex premier Romano Prodi, nuovo inviato speciale nella regione africana, a New York, intervenendo ad una riunione ad hoc del Consiglio di Sicurezza Onu.

‘Possiamo vincere questa sfida solo se siamo uniti – ha spiegato ancora Prodi – L’obiettivo e’ quello di organizzare una strategia comune per lo sviluppo del Sahel, oltre a risolvere il problema dell’assistenza umanitaria. Ma questo traguardo non si puo’ raggiungere senza ripristinare la stabilita’ in Mali, e arrivando allo svolgimento di elezioni libere e democratiche’.
(ANSA).

YRV-DP 10-DIC-12 16:39

SAHEL: ONU; PRODI, AUMENTARE SOSTEGNO POLITICO E FINANZIARIO

(ANSA) – NEW YORK, 10 DIC – “Per risolvere la crisi in Sahel e’ necessario aumentare il sostegno politico e finanziario”, attraverso una stretta cooperazione da parte della comunita’ internazionale. Lo ha detto l’ex premier Romano Prodi, nuovo inviato speciale per la regione africana, intervenendo ad una riunione del Consiglio di Sicurezza Onu, a New York.

In questa ottica, Prodi ha spiegato di aver incontrato i leader della regione, oltre ai rappresentanti di Paesi come Usa, Gran Bretagna, Francia. “Sono necessarie due fasi: innanzitutto risolvere la situazione di emergenza in cui si trova la popolazione, e quindi apportare miglioramenti alle strutture fondamentali della regione”, ha continuato Prodi davanti ai Quindici. (ANSA).

YRV-DP 10-DIC-12 16:44

Print Friendly, PDF & Email
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
dicembre 10, 2012
Interviste