Mi auguro che la Gran Bretagna entri veramente nell’Unione

Italia-Ue: Prodi, manca attenzione a problemi comuni che vada oltre interessi dei singoli paesi

(Nova) – Oggi non c’e’ in Europa una vera attenzione ai problemi comuni, che vada oltre l’interesse dei singoli paesi. Lo ha dichiarato l’ex presidente del Consiglio e della Commissione europea Romano Prodi, intervenendo alla conferenza “La politica estera dell’Italia“, organizzata dall’Istituto affari internazionali (Iai) in occasione dei 50 anni dalla sua fondazione.

Il passaggio storico dall’unipolarismo al multipolarismo globale sta creando degli scompensi, come si evince anche dai rapporti commerciali, e la mondializzazione dell’economia sta facendo dei passi indietro, ha spiegato Prodi. Vari elementi fanno guardare alla situazione attuale europea e globale con non molto ottimismo, ha aggiunto l’ex presidente della Commissione Ue.

“Mi auguro che domani si possa festeggiare la non uscita del Regno Unito nell’Unione europea, ma anche che in futuro si possa celebrare la vera entrata di Londra nell’Ue“, ha poi affermato Prodi, commentando l’odierno referendum sulla Brexit.

Una nuova politica estera europea, di cui anche l’Italia puo’ essere protagonista attivo, secondo Prodi si rende necessaria di fronte alla vastita’ dei problemi con cui l’Ue e i singoli stati membri si devono attualmente confrontare. (Res) NNNN

Print Friendly
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
giugno 23, 2016
Notizie