Bologna vive solo con respiro internazionale

Bologna

Bologna

(ER) BOLOGNA. PRODI: CANDIDATI PRIMARIE IMITINO OBAMA E HILLARY “PRIMA LE BOTTE, POI TUTTI INSIEME A VINCERE LE ELEZIONI”

(DIRE) Bologna, 1 dic. – Nel giorno in cui Barack Obama ufficializza la sua squadra di Governo per gli Usa accanto alla neosegretaria di Stato Hillary Clinton, Romano Prodi addita l’esempio americano ai candidati alle primarie del Pd per la scelta del candidato sindaco di Bologna. “Botte nelle primarie,
uno scontro di personalita’- e’ la ricetta di Prodi- uno scontro di linea politica, uno scontro di idee sulla citta’ futura e poi tutti insieme a vincere le elezioni”.

Dunque, nessun patto di non belligeranza per paura di prestare poi il fianco al centrodestra nella campagna elettorale ‘vera’. Per Prodi e’ da trapiantare il modello Hillary-Obama, “la piu’
bella lezione delle primarie- dice il Professore- se ne erano dette di tutti i colori tra di loro. Perfino un collaboratore di Obama si e’ dovuto dimettere perche’ aveva insultato la Clinton”, ricorda ancora. Ma “poi si sono abbracciati e sono andati a vincere le elezioni insieme, questa- e’ certo Prodi- e’ la democrazia e io mi auguro che questa semplice lezione venga presa anche per Bologna”.

BOLOGNA: PRODI, VIVE SOLO CON RESPIRO INTERNAZIONALE

   (ANSA) – BOLOGNA, 1 DIC – Da padre nobile del Partito democratico, nonche’ da cittadino di Bologna che, nonostante gli impegni internazionali, segue da vicino, Romano Prodi, parlando
a Bologna ad un’iniziativa dell’Istituto De Gasperi, ha rotto la propria tradizionale ritrosia a parlare del capoluogo emiliano, con alcuni suggerimenti che suonano anche come un invito ai partecipanti alle primarie del Pd per il candidato sindaco.

Al suo fianco c’era uno dei principali candidati alle primarie del Pd, il vicepresidente della Regione, Flavio Delbono. Pur senza esprimere una netta preferenza, Prodi ha speso parole di stima per lui e ha confessato di averlo invitato all’iniziativa.

”Io da anni sono amico di Flavio – ha detto Prodi – e questo non implica nessuna presa di posizione personale o di gruppo. Le primarie sono una sfida tra personalita’ e queste primarie bolognesi sono vere: ed e’ un bene che sia una lotta dura. Prendete ad esempio quello che e’ successo in America tra Obama e Hillary Clinton, si sono massacrati nelle primarie, poi si sono messi insieme nella lotta per vincere le elezioni”.

”Bologna – e’ stato il suggerimento di Prodi – se vuole respirare, deve respirare in maniera internazionale. E’ stato grande quando lo ha fatto, quando cioe’ si e’ messa in sintonia col mondo. Se si vuol far rivivere la citta’, questo e’ il modo”.

Prodi e’ entrato anche direttamente in una delle questioni che stanno animando le primarie bolognesi, ovvero le ordinanze di chiusura anticipata di cinque osterie al Pratello, emesse dal sindaco uscente Sergio Cofferati. ”Il punto – ha detto Prodi – e’ il confronto fra chi risiede in citta’ e i suoi ospiti, fra
chi ha il diritto di avere una vita tranquilla e chi invece vuole vivere la citta’. E’ un confronto vitale.

Questo problema si risolve proprio in un’ottica piu’ ampia, se cioe’ – ha concluso – Bologna ha un grande respiro e si confronta con il resto del mondo”. (ANSA).

     KWX/FV
01-DIC-08 21:59 NNNN

Print Friendly
Condividi!
Tags: ,

Dati dell'intervento

Data
Categoria
dicembre 1, 2008
Notizie

Tags