Prodi e i rapporti Europa-Ucraina: nessuna lobby o attività segreta

Bologna, 24 febbraio 2018

In merito a quanto pubblicato su Politico.com si ribadisce che il Presidente Romano Prodi si è a lungo impegnato affinché potesse concretizzarsi un riavvicinamento dell’Ucrania all’Europa. Impegno che si è espresso in incontri preparatori e in numerose conferenze pubbliche, regolarmente retribuite, e approfonditamente preparate che si cono svolte in diverse capitali europee. E’ stato un impegno serio e corrispondente al ruolo politico di già Presidente della Commissione Europea.

La sua attività è stata pubblica e quindi facilmente rintracciabile. La sua posizione rispetto al tema dei rapporti tra Ucraina e Europa si trova chiaramente espressa in un suo articolo pubblicato sul New York Times del 20 febbraio 2014.

Quanto alle circostanze riportate da Politico.com relative ad incontri nel marzo 2013 a Washington, si ribadisce che pur non potendo ricostruire una memoria precisa, si è certamente trattato di colloqui al fine di esporre il suo punto di vista sulla situazione ucraina. Il Presidente Prodi ribadisce che non ha mai preso parte a nessun tipo di attività segreta e tanto meno a gruppi segreti di lobby né ha mai ricevuto compensi per questo tipo di attività.

L’ufficio stampa del Presidente Romano Prodi

Bologna, february 24th 2018

Concerning the article published on Politico.com, President Romano Prodi says that for many years he has been committed and has actively worked for an increasingly close relationship between Ukraine and the EU. Such a commitment translated into numerous meetings and public speeches (some of them regularly paid), which took place in a variety of European capitals. These are serious and perfectly consistent initiatives for a former President of the European Commission.

Moreover, these events and meetings were public and thus easily traceable. For example, Prodi’s position on the relationship between Ukraine and the EU is clearly expressed in an article published on the New York Times on February 20, 2014.

Concerning the meetings in Washington (March 2013) reported on Politico.com, though President Prodi does not remember the details of those meetings, he is sure that they were simply meant as a chance to expose his point of view on the situation in Ukraine.
Finally, President Prodi denies both to have played a role in any lobbying effort and to be part of a secret lobby. Thus, he did not receive any money for these activities.

​The press office of President Romano Prodi​
Print Friendly
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
febbraio 24, 2018
Notizie

Tags