Londra impedisce scientificamente passi avanti UE. Ha vinto la Germania, ora faccia da locomotiva

Crisi, Prodi: Vertice Ue positivo, ma non è rivoluzione
Su eurobond e spinta crescita non ha detto niente

TM NEWS | 09/12/2011 – 19.20 ROMA – Quello che è stato ottenuto a Bruxelles è stato un “risultato importante” non si è trattato però di un “vertice ‘o la va lo la spacca’, nel senso che ha cambiato radicalmente tutto. E’ un progresso che ci voleva, che ieri era a rischio, quindi io sono soddisfatto ma non c’è una rivoluzione”. Lo ha detto l’ex premier, Romano Prodi, al Tg3.

“Il fondo salva-stati si irrobustisce, vengono – ha sottolineato – messe delle regole serie sul controllo dei bilanci, viene data un poco di autorità sovranazionale che era indispensabile, ma sul discorso degli eurobond e sulla spinta per la crescita, questo vertice non poteva dire nulla e non ha detto nulla”.

Secondo Prodi “si tratta di un vertice positivo che fa sì che pensino che l’euro è lì, è fermo, e nessun Paese ci rinuncia”.

Crisi, Prodi: Nuovi accordi Ue serviranno placare mercati
Ruolo Bce importante per difesa euro

TM NEWS | 09/12/2011 – 19.26 ROMA –  “Il complesso della difesa dell’euro fa sì che ci possa essere meno speculazione”. Lo ha detto l’ex premier, Romano Prodi, al Tg3

I nuovi accordi “serviranno a placare i mercati, nel senso – ha aggiunto – che almeno nel breve periodo la difesa della moneta è più robusta e il fondo salvastati è più forte”. Secondo Prodi “la Banca centrale europea, a cui è stata data poco importanza, dà un bell’aiuto alla difesa dell’euro perchè ha delle facilitazioni a dare ulteriore credito, cosa che non poteva essere fatta prima, e ha quindi un ruolo maggiore. Naturalmente non può essere prestatrice di ultima istanza perchè ancora non siamo arrivati a quel punto”.

Crisi, Prodi: Gb impedisce scientificamente passi avanti Ue
No ad accordi Bruxelles era fatale

TM NEWS | 09/12/2011 – 19.29 ROMA – L’esclusione della Gran Bretagna dall’accordo di Bruxelles “era fatale” perché “erano anni che “da un lato ha un ruolo forte e importantissimo e dall’altro impedisce scientificamente ogni passo avanti dell’Unione europea”. Lo ha detto l’ex premier Romano Prodi al Tg3.

A giudizio di prodi tuttavia ieri è stato fatto un grande passo “se andiamo bene si vedrà che la Gran Bretagana seguirà anche lei”.

Crisi, Prodi: Ha vinto Germania, ma ora faccia da ‘locomotiva’
Surplus sia messo a servizio ripresa, sennò è sconfitta

TM NEWS | 09/12/2011 – 19.33 ROMA – “Non c’è dubbio che ha vinto” Angela Merkel, però “a questo punto la Germania è obbligata a una politica che in termini normali si chiama ‘locomotiva’. Cioè ha un enorme surplus e parte di questo deve essere messo a servizio di una ripresa, altrimenti la vittoria diventerà una sconfitta”. Lo ha detto l’ex premier, Romano Prodi, al Tg3.

Il video dell’intervista al tg3:

Intervista al tg3 del 9 Dic. 2011 from Romano Prodi on Vimeo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
dicembre 9, 2011
Notizie