20MLD di $ destinati dal G8 alla cooperazione sono il minimo del minimo

 G8: PRODI, 20MLD PER COOOPERAZIONE SONO IL MINIMO DEL MINIMO =
 A RAINEWS24, NESSUN INTERVENTO CONCRETO PER I PAESI POVERI

      Roma, 13 lug. – (Adnkronos) – 20 miliardi di dollari sono il minimo del minimo. E’ questo il giudizio dell’ex-premier Romano Prodi sugli aiuti per la cooperazione e lo sviluppo dell’Africa decisi nel corso del G8 de L’Aquila. In un’intervista con il giornalista di Umberto Martini, in onda stasera alle 23.00, su Rainews 24, nella sede di Bologna della sua Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli,
Prodi ha detto precisato che oramai il G8 ha perso la capacita’ di intervenire concretamente per risolvere i problemi dei paesi poveri.

C’e’ bisogno di una politica nuova, che cointribuisca allo sviluppo di una forte Unione Africana sul modello della nostra Unione Europea.

E’ necessario – ha proseguito Prodi – che l’Unione Africana sia messa nelle condizioni di agire in autonomia per creare una politica comune di tutti i paesi africani sotto la tutela delle Nazioni Unite.
Ma questo progetto non e’ condiviso da alcuni Stati occidentali.  L’Italia dal punto di vista politico, manca di una visione dell’Africa. Non c’e’ attenzione da parte della nostra classe dirigente che e’ troppo preoccupata a curare i rapporti con Usa e Russia. In questo modo perdiamo le grandi opportunita’ offerte dall’Africa.

Solo le Ong religiose e laiche stanno svolgendo un lavoro prezioso, mentre le nostre aziende, troppo frammentate, sono assenti rispetto agli altri Paesi. Un’attenzione particolare merita la Cina.  L’unico Paese che fa una politica continentale in Africa – ha concluso Prodi – e’ la Cina, che ha rapporti con quasi tutti i paesi dell’Unione Africana ed importa capitali uomini e tecnologie.

(Com/Pn/Adnkronos)
13-LUG-09 18:41

Print Friendly
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
luglio 13, 2009
Notizie