Frontex plus per affrontare l’emergenza, ma per risolvere il problema bisogna aiutare lo sviluppo

Prodi: “Frontex plus non basta, bisogna creare sviluppo in Africa”

Articolo su stranieriinitalia.it del 29 agosto 2014

L’ex premier: “Bene le operazioni di soccorso, ma di fronte alla fame l’unica alternativa è la fuga”

Roma 29 agosto 2014 – Va bene Frontex plus per affrontare l’emergenza e salvare vite umane, ma se non si combatte la povertà in Africa, e non si “aiuta lo sviluppo”, la gente continuerà a partire: ”Di fronte alla fame non c’e’ alternativa”. Lo ha detto l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi, ieri a Trento per la scuola politica del movimento ”Rosa Bianca”.

L’operazione Frontex Plus ha sottolineato Prodi, utile per evitare ulteriori naufragi dei barconi e quindi per soccorre i disperati, ma – dice Prodi – ”non e’ la soluzione per regolare i flussi”. Lo e’, invece, un’indispensabile ”azione politica”, che aggredisca la problematica complessivamente.

”La Libia, una strana chiave: e’ un collettore di due tragedie di cui la prima e’ quella delle guerre dei siriani e degli eritrei e la seconda quella della fame dei sub sahariani, ha aggiunto l’ex Premeier. Ci sono paesi, come Niger, Burkina e Mali che raddoppieranno la loro popolazione in 19-20 anni anziché in 25”.

Quindi non si aiuta lo sviluppo non c’e’ alternativa alla fuga e, da questo punto di vista, ”siamo a zero”.

Print Friendly
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
agosto 29, 2014
Notizie