Con Cosolini e Bassa Poropat per ridare a Trieste il ruolo internazionale che merita

Roberto Cosolini e Maria Teresa Bassa Poropat insieme a Pier Luigi Bersani

Roberto Cosolini e Maria Teresa Bassa Poropat insieme a Pier Luigi Bersani

Prodi: con Cosolini Trieste avrà il ruolo che merita

Lettera di Romano Prodi a Roberto Cosolini su Il Piccolo del 28 maggio 2011

Caro Roberto,

tra pochi giorni la tua Trieste tornerà a votare. Siamo al secondo turno. Questa volta si deciderà davvero e la tua splendida città eleggerà il suo sindaco. Per questo mi auguro che tutti i cittadini si rechino alle urne: è un momento importante quello in cui la gente partecipa e sceglie. E’ la democrazia.

Io confido che i triestini decideranno di avere te come guida per i prossimi cinque anni. Con te – che hai saputo unire un ampio schieramento di forze politiche e sociali – si potra’ realizzare il progetto di fare rinascere la città e darle nuovamente il ruolo internazionale che merita.

Non entro nel dettaglio dei programmi, non posso permettermelo, ma sono certo d’accordo con te: nel cuore dell’Europa e affacciata sul Mediterraneo, Trieste ha bisogno di politiche che sappiano guardare avanti, proiettate verso quegli orizzonti internazionali che hanno caratterizzato la sua secolare tradizione. Per un territorio che vanta istituzioni scientifiche nazionali e internazionali e aziende che fanno della ricerca e dell’innovazione il loro patrimonio, occorre riprendere l’esperienza positiva di Riccardo Illy sindaco con una politica che sappia fare saggia amministrazione e pensare in grande.

Lo sa bene Maria Teresa Bassa Poropat, ‘illyana’ della prima ora: alla luce dell’ottimo bilancio del suo primo mandato da presidente della Provincia, sarà certamente premiata dai cittadini. Insieme farete un grande lavoro per il vostro territorio.

Il nostro Paese deve ripartire, crescere, tenere il passo con il resto del mondo che avanza: il vento del cambiamento deve spirare anche a Trieste. Voglio chiudere questo saluto con un apprezzamento per i toni pacati che hanno contraddistinto la campagna elettorale a Trieste, così lontani da altre realtà. Credo che la tua serietà sarà premiata e potrai essere proclamato sindaco, un sindaco apprezzato e rispettato dall’intera comunità triestina.

Romano Prodi

Print Friendly, PDF & Email
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
maggio 28, 2011
Notizie