Sull’orlo del burrone, l’Europa reagirà

Romano Prodi a Radio Città Futura: Io mi fido dell’Italia

Intervista di Sandro Gozi ed Eric Jozsef a Romano Prodi in Onda su Radio Città Futura il 24 giugno 2012

“Io mi fido dell’Italia. L’Italia non è un paese di secondo livello, ha una struttura industriale potenzialmente forte, ha energie. Deve solo trovare coesione e unità”.

Così Romano Prodi intervistato da Radio Città Futura, a margine di un lungo incontro radiofonico, proposto domenica 24 giugno dalla nostra radio e che ha visto l’ex Presidente del consiglio rispondere alle domande del parlamentare PD, Sandro Gozi e di Eric Jozsef, corrispondente in Italia del quotidiano francese “Liberation”.

Prodi ha parlato di crisi, Europa ed Euro. Per il Professore, la moneta unica “certamente rischia molto”, ma , ha detto, “sono convinto che nessuno abbia interesse a mandare all’aria l’Euro.

A cominciare dai tedeschi che non sono mai stati così bene, relativamente agli altri, come oggi. La Germania ha accumulato in questi anni di moneta unica, 1300 miliardi di surplus, 190 solo lo scorso anno. E’ una roba incredibile e credete che i tedeschi vogliano mandare all’aria tutto questo? Se salta l’Euro a chi le vendono le loro auto, i loro manufatti?”

La crisi può essere anche un’opportunità, per rimettere mano all’intera architettura Europea?

“Per ora – ha risposto Prodi- l’opportunità non è stata colta. Si prendono decisioni sempre in ritardo e sempre insufficienti rispetto all’obiettivo. Questa crisi ci porterà sull’orlo del burrone, ma sono convinto che non si cadrà: una volta sull’orlo del burrone, l’Europa reagirà”.

Romano Prodi a “speciale di “Giù il velo” – 24 Giugno ’12 from Romano Prodi on Vimeo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi!

Dati dell'intervento

Data
Categoria
giugno 24, 2012
Interviste